Beats Music

Beats Music 1.2.0

Appeal visivo ma usabilità limitata

Beats Music ha fatto il suo ingresso nel fantastico mondo della musica in streaming, prendendosi coraggiosamente il rischio di non offrire un'opzione gratuita. Il servizio, disponibile soltanto con abbonamento Premium, offre playlist curate con molta attenzione da un team interno, che collabora con brand di fama consolidata come Pitchfork e Alternative Press. Per ora è disponibile solo negli Stati Uniti. Visualizza descrizione completa

PRO

  • Ottima selezione musicale
  • Accesso veloce alle playlist
  • Riproduzione offline

CONTRO

  • Accesso in-app frammentario
  • Crash frequenti durante la navigazione
  • Disponibile solo con abbonamento premium
  • Navigazione frustrante

Beats Music ha fatto il suo ingresso nel fantastico mondo della musica in streaming, prendendosi coraggiosamente il rischio di non offrire un'opzione gratuita. Il servizio, disponibile soltanto con abbonamento Premium, offre playlist curate con molta attenzione da un team interno, che collabora con brand di fama consolidata come Pitchfork e Alternative Press. Per ora è disponibile solo negli Stati Uniti.

Il modello promosso da Beats Music è molto interessante, tuttavia l'assenza di una sottoscrizione gratuita non convincerà gli utenti ad abbandonare i servizi simili già esistenti come Pandora, Spotify o Google Play Music.

Ascolto forzato dei brani proposti da Beats Music

L'idea che sta alla base di Beat Music è, prima di tutto, la promozione dei contenuti piuttosto che l'ascolto dei tuoi artisti preferiti. Questo aspetto diventa evidente quando provi a fare una ricerca inserendo il nome di un cantante, una funzione che è nascosta nella barra laterale.

La registrazione al servizio è piena di bug e quella tramite il sito web sembra l'unica strada percorribile, almeno nel mio caso. Il tentativo di registrarmi tramite email, invece, ha comportato il blocco di una serie di messaggi di posta oltre all'impossibilità di attivare l'account tramite l'email di verifica.

Quando finalmente riuscirai a utilizzare l'app (se non si è già arrestata in modo anomalo), puoi selezionare i generi musicali che più ti interessano e specificare i tuoi artisti preferiti. Devi inserire un minimo di tre nomi, ma ne puoi selezionare molti di più. Non è chiaro se questo consente a Beats Music di scegliere con più precisione gli artisti che potrebbero essere di tuo gradimento.

In Beats Music la schermata principale funge da vera e propria vetrina dei "contenuti selezionati." In realtà, assomiglia molto di più a una vetrina dei contenuti proposti: infatti, anche dopo aver deselezionato un artista che non era di mio gradimento, questo continuava a comparire nella schermata "Just For You".

"The Sentence" è la sezione dove puoi selezionare tra opzioni predefinite come il luogo in cui ti trovi, il tuo umore, la compagnia e il genere di musica che ti piacerebbe ascoltare. Dopo aver definito queste variabili, l'app inizierà a riprodurre una playlist di artisti che corrispondono alle tue preferenze. Si suppone che i brani proposti siano stati scelti con cura, in base all'algoritmo che Beats Music utilizza per restituire la musica più adatta alle aspettative degli utenti.

"Highlights" è una sezione che più delle altre è dedicata ai contenuti promossi dall'app: qui Beats Music può inserire molte playlist curate dalle etichette musicali. Normalmente, gli elenchi di brani consigliati non sono popolati da pezzi che corrispondono alle tue preferenze.

Hai la possibilità di creare playlists personali inserendo brani che hai trovato in altre playlist o navigando all'interno dell'app. Inoltre, una sezione è dedicata agli elenchi di riproduzione a pagamento.

Le impostazioni di Beats Music ti consentono di impostare la qualità del suono, del download (per la riproduzione offline) e mostrano lo spazio disponibile sul dispositivo.

Un'app dignitosa quando funziona

L'intento principale di Beats Music è quello di concentrarsi sulle playlist, che risulta evidente dal fatto che nella schermata principale non è disponibile la funzione di ricerca. Per trovare un artista devi aprire la barra laterale. Con un database di oltre 20 milioni di brani, probabilmente ti verranno restituiti solo gli artisti più popolari dell'anno.

Quando inizi a cercare nomi meno noti, potresti rimanere deluso, perché, nella maggior parte dei casi, Beats Music non ha i diritti per accedere a questo tipo di brani. Tuttavia, sono rimasto sorpreso quando sono riuscito a scovare pezzi di gruppi e musicisti che non mi aspettavo di trovare.

La ricerca dei singoli artisti è piuttosto faticosa e il design troppo concentrato sugli elementi visivi, spesso, rende la navigazione frustrante. Per non parlare del fatto che Beats Music tende a bloccarsi durante la riproduzione di un brano oppure ad arrestarsi in modo anomalo.

L'app presenta ancora numerosi bug che disturbano l'usabilità del servizio e devono essere risolti quanto prima.

Un servizio in streaming poco convincente

Non c'è ragione di passare subito a Beats Music: l'app presenta problemi di connettività e, a causa dei numerosi arresti casuali, l'utente si stanca da usarla piuttosto velocemente. La libreria è paragonabile a quella di altri servizi in streaming, di conseguenza non offre nessun incentivo per pagare per le playlist curate dal team interno di Beat Music o in collaborazione con le etichette esterne.

Ci auguriamo che nei prossimi mesi Beats Music riesca a mostrare i suoi punti di forza, ma per il momento questo servizio non offre niente di nuovo.

Beats Music

Download

Beats Music 1.2.0